mercoledì, aprile 02, 2008

Le decisioni irrevocabili

Data una discussione nata lo scorso giovedì, chiedo di aprire unsondaggio per il quale si possa identificare un sistema licitativo comune a tutti i giovediosi briscolari....

BUSSARE, SIGNIFICA DOMANDARE AL SOCIO DI GIOCARE LA CARTA CHIAMATA, O DI PRENDERE, AL PIU' CON LA CARTA CHIAMATA?


pro e contro delle diverse licitazioni:


A1: domandare al socio di prendere, possibilmente usando la carta chiamata. In caso il socio possegga solo la carta chiamata, o comunque briscole inferiori alla briscola in gioco dovrà giocarla comunque.

PRO:
-questo tipo di dichiarazione, ha il vantaggio di poter essere utilizzata in fine partita per un chiamante che sa di poter poi prendere il resto delle carte.
-il chiamante costretto a giocare per primo, può liberarsi del peso di questa posizione, senza far scoprire il socio e senza concedeere agli avversari il lusso di parlare nelle fasi finali del gioco.
-una persona che gioca una briscola, può essere scambiato per socio, sia che questa vada "sopra" ad una appena giocata, sia che questa sia stata mangiata da qualcun'altro; dando al chiamante l'enorme vantaggio di un giro a vuoto - o comunque rischioso per chi volesse giocare dei carichi- e spreco di briscole nella fase finale.
- un chiamante che già pensa di conoscere il socio ( accade spesso nella BdC) può conoscere la briscola più potente o comunque prendente del proprio compagnio.
- nel caso il socio abbia la carta chiamata e quella immediatamente superiore potrebbe zancarlizzare in quanto appare come mossa "acchiappabriscoladelsociomaledettopeeeeeeeeem"
- nel caso giochi a scendiletto la briscola su una maggiore ( dichiarando quindi di non avere briscole migliori) non ci sarebbe il rischio di Zancarlizzazione al chiamante, e se questo non è primo, lascerebbe non pochi incertezze sul da farsi agli avversari.


CONTRO:
-Non è assicurata la possibilità di comunicazione con il compagnio.
-nel caso giochi a scendiletto la briscola su una maggiore con chiamante primo le altre due persone rimanenti caricherebbero sul prendente-
- se il chiamante è ultimo e non viene giocata la carta chiamata, il chiamante potrebbe avere problemi di scelta.
-Rischio di lasciare il socio senza briscole prendenti nelle fasi finali.



A2: domandare al socio di prendere, possibilmente usando la carta chiamata. In caso il socio possegga solo la carta chiamata, o comunque briscole inferiori alla briscola in gioco NON dovrà giocarla..

PRO:
-questo tipo di dichiarazione, ha il vantaggio di poter essere utilizzata in fine partita per un chiamante che sa di poter poi prendere il resto delle carte.
-il chiamante costretto a giocare per primo, può liberarsi del peso di questa posizione, senza far scoprire il socio e senza concedeere agli avversari il lusso di parlare nelle fasi finali del gioco.
- il socio, al quale viene chiesto di prendere, non subirà il classico giro post bussata nel quale il suo due viene mangiato con una briscola più alta consentendo una discussione tra compagni.
-una persona che gioca una briscola, può essere scambiato per socio, sia che questa vada "sopra" ad una appena giocata, sia che questa sia stata mangiata da qualcun'altro; dando al chiamante l'enorme vantaggio di un giro a vuoto - o comunque rischioso per chi volesse giocare dei carichi- e spreco di briscole nella fase finale.
- un chiamante che già pensa di conoscere il socio ( accade spesso nella BdC) può conoscere la briscola più potente o comunque prendente del proprio compagnio.


CONTRO:
-Non solo non è assicurata la possibilità di comunicazione con il compagnio, ma è quasi sicuro che non venga giocata la briscola chiamata, impedendo quindi la comunicazione verbale.
- se il chiamante è ultimo e non viene giocata la carta chiamata, il chiamante potrebbe avere problemi di scelta.
- Il chiamante rischia una Zancarlizazione da parte di qualcuno che potrebbe risultare socio.
-Rischio di lasciare il socio senza briscole prendenti nelle fasi finali.





B1: Domandare al socio di giocare la carta chiamata, indipendentemente dalle giocate avversarie.

PRO:
- Assicura la comunicazione tra il chiamante e il socio dal momento della bussata in poi
- Nel caso in cui il chiamante sia ultimo, questo tipo di bussata è utilissima per far passare un giro perfetto che si sviluppi in una mano in cui prende o il socio il carico del chiamante, o il chiamante strozzando su una briscola più alta giocata da qualche sergio di turno facendosi qualche carico vagante .
-permette al socio di mantenere in possesso eventuali briscoel forti, e nel caso di rendere efficace la bussata anche in medio gioco.


CONTRO:
-Se il chiamante non è primo, un giocatore qualsiasi che giochi una briscolina poco superiore alla chiamata, renderebbe sicuri almeno due carichi contro il chiamante.
-se il chiamante ha un carico a perdere, è facile che lo perda proprio in questa mano con il rischio BUTEI di un triplo carico mangiato con una briscola infima.
-il chiamante deve avere la certezza di poter fare tutte le altre prese, a rischio di imbarcata BUTEI.
- Una briscola a scendiletto con possibilità di comunicare degli avversari sarebbe un probolema pesante.



B2: Domandare al socio di giocare la carta chiamata, se questa non va a scendiletto.

PRO:
- Assicura quasi sicuramente la comunicazione tra il chiamante e il socio dal momento della bussata in poi
- Nel caso in cui il chiamante sia ultimo, questo tipo di bussata è utilissima : se un avversario infatti giocasse una briscola più alta di quella chiamata si rivelerebbe non socio... un giro di carichi sarebbe molto facile, ( almeno 1 giocato dal socio, meglio se ultimo) o comunque una bellissima MANO DELLA SCEMA, con esclusione di un giocatore come socio.
-permette al socio di mantenere in possesso eventuali briscole forti, e nel caso di rendere efficace la bussata anche in medio gioco.
-consente al socio di mangiare una briscola giocata per farsi quella chiamata.
- non consente agli avversari di comunicare in caso il socio sia messo male a briscole.


CONTRO:
-Possibile incertezza e/o impossibilità di comunicare con il proprio partner.
-Rischio di Zancarlizzazione da parte di qulcuno che mangi una briscola precedentemente giocata ( anche se in questo caso il socio dovrebbe giocare la carta chiamata lasciando al massimo un carico al restante dei tre avversari)
-Rischio di Zancarlizzazione nel caso il socio non sia in grado di comunicare il suo ruolo prima della giocata del chiamante ( vedi sopra)









UNA VOLTA SCELTO IL TIPO DI LICITAZIONE, POTREMMO DISCUTERE SULLE EVENTUALI SCELTE DEL SOCIO CON LE CARTE...

Una licitazione intelligente crea gioco da campioni....








Postate qui sotto le vostre idee, discutiamone e definiamo ( al più se riteniamo opportuno) nuove categorie. PER IL MOMENTO CI SONO SOLO LE 4 OPZIONI DA ME CITATE, L'OPZIONE DI NON BUSSARE, L'OPZIONE DI LASCIARE DI VOLTA IN VOLTA LA POSSIBILITA' DI DECIDERE SENZA QUINDI UNA CODIFICAZIONE DEFINITA E ALTRE OPZIONI APERTE NEL CASO DI ALTRE IDEE
http://www.doodle.ch/s689i5wv5imrmx2h


Per maurizio, potrebbe venirne fuori uno spunto per un KM... cosa ne dici?




8 commenti:

Il Duca ha detto...

è troppo lungo e in questi giorni non ho il tempo per leggere tutto... Ora non so se si usasse fare anche da altre parti ma in origine a Brenno la bussata era l'obbligo di giocare la carta chiamata in ogni caso. La specializzazione del boccale ha portato ad alcune varianti che però dipendono dal gioco... cioè la carta va giocata a meno di andare a scendiletto o in altri casi particolari... poi possiamo dare qualsiasi valenza al gesto...

ilFuria.AWT ha detto...

potremmo abolire la bussata e vaffannapoli :D

Marcello ha detto...

per duca... leggiti allora solo le 4 opzioni in grassetto; sei quindi propoenso per la B2

per dani
VARIANTE 1 equivale allora a non è consentito bussare.

Maurizio ha detto...

Eventuale proposta 2: non definire in modo rigoroso il significato della bussata. Per evitare che la briscola chiamata diventi una brutta copia del bridge. Il bello della briscola è la possibilità di variare il tipo di gioco (anche sbagliando).
Se sono socio, in caso di bussata, voglio poter essere libero di giocare la carta chiamata, una briscola più alta uccidendone un'altra, nessuna briscola qualora lo ritenga opportuno o tentare la Zancarlizzazione con un carico.
Il significato di bussata varia secondo me, in base alle carte del chiamante e del socio, quindi lascerei libertà d'inventiva. La bussata rimarrebbe un canovaccio nel quale rientrano molte possibilità, che però hanno in linea di massima un punto in comune, ossia la richiesta da parte del chiamante che il socio prenda.

PS: Hai ragione potrebbe essere un interessante KM.

Marcello ha detto...

EVENTUALE proposta 2 confermata...

tuttavia, volevo far notare che quello che si cerca di definire ora, è solo COSA SIGNIFICA bussare, questo non implica che il socio possa uscire dagli schemi per tentare una giocata champagne, o zancarlizzante...

il vero problema sta nel definire se

A bussare significsa inteoria chiedere al socio di prendere come priorità

B chiedere al socio di rivelarsi ciome priorità

( poi divise nelle sottoclassi A1;A2;B1;B2)...

questo permetterebbe, a mio avviso, molti più spunti; perchè renderebbe le giocate più interessanti a livello di iniziative personali...
La zancarlizzazione, è bella proprio perchè una "giocata fuori dagli schemi" porta uan situazione divertente e assurda. Tuttavia, se non ci fossero gli "schemi" di cui sopra, la zancarlizzazione avverrebbe in maniera casuale, e perderebbe - a mio avviso- il suo fascino...

Maurizio ha detto...

Beh allora direi che la mia proposta è una variante della A...prendere con libertà grande.

Marcello ha detto...

Nuovo LINK PER IL SONDAGGIO:

http://www.doodle.ch/s689i5wv5imrmx2h

ilFuria.AWT ha detto...

ho votato per l'opzione di maurizio