sabato, agosto 30, 2008

Interroghiamo il parlamento

Il mio giovedì al Boccale inizia stranamente da lontano, sia nello spazio che nel tempo. Invitato dal Duca ad assistere ad un allenamento della sua squadra di giovani promesse, raggiungo Brenno verso le 18:00 dopo che la mia pazienza e il mio autocontrollo erano stati provati lungo la strada in sequenza da una serie di ciclisti indisciplinati, da una signorina di Gavirate che non aveva ben compreso il significato di "dare la precedenza", da un immancabile autobus e, all'altezza di Masnago, da una macchina della scuola guida che procedeva nella mia stessa direzione.
Appena giunto a casa Manfrin la prima brutta notizia: non potrò vedere all'opera l'elemento di spicco della squadra, Superman (per conoscere nello specifico tale ragazzo chiedete al Duca il link alla sua pagina NetLog). Ciononostante l'allenamento si dimostra un'ottima fonte di ispirazione umoristica: tutto ciò che mi era stato preannunciato era effettivamente vero e non enfatizzato.
In evidenza il giovane Presunto, con padre a seguito (ai più noto come l'acquirente di 10 gazzette il giorno successivo il 100° goal del figlio, nella speranza di trovare il dvd con tutte le reti segnate dall'amato erede), e il sosia di Ralph Supermaxieroe, arrivato in ritardo e in procinto di passare ad una squadra svizzera piena di soldi, che però non dimostra alcun talento calcistico, ma solo una passione per il vintage giungendo a bordo di una vecchia Fiat 500 blu.
Conformi a ciò che mi era stato anticipato anche i moscerini-sanguisuga, maldestramente sottovalutati dal sottoscritto nonostante gli avvertimenti del Duca.

Verso le 21:30 io e il Duca arriviamo al Boccale, dove troviamo il Dani già al tavolo (con Martino), ma soprattutto colui che diventerà l'uomo partita Boccale della serata: Sergio.
Il primo scambio di battute con il padrone di casa avrebbe dovuto subito farmi capire che la serata prometteva bene. Alla richiesta di non mettere le olive nell'insalata mista che accompagnava l'hamburger, ho ricevuto come risposta: "Io le metto lo stesso poi le fai mangiare a qualcun altro".
Dopo una cena più che soddisfacente (per me l'hamburger appunto e per il Duca una carbonara da leccarsi i baffi), veniamo raggiunti dal Riccio (Hyda era arrivato nell'attesa di mangiare) e in breve vengono distribuite le carte per la consueta briscola, carte da poker tra l'altro, recentemente portate da Marcello dopo una delle sue tante vacanze. Una serie di oneste partite, con un paio di ragionamenti tattici al limite della sanità mentale (ormai la briscola dei campioni è assimilabile ad una vera e propria arte), e un tentativo di cappotto mancato da Riccio e Hyda con fuori "solo" il K.
Tutto ciò mentre Sergio, tra una mano di briscola rubata a qualche giocatore chiamato a spostare la macchina e del sano cazzeggio, comincia a riscaldare il suo ormai proverbiale Grammelot.
Si passa da argomenti pruriginosi quali film porno con attrici dalla voce maschile e con le palle (ricordiamo la famosa pornostar sindacalista Rosi Mauro) alla denuncia dell'uscita sul mercato di un nuovo frutto transgenico: l'ananax.
Ma solo dopo che il Dani e Hyda si congedano e quando il ritmo in cucina permette a Sergio grandi tregue, questi sfodera la sua arma vincente: l'insofferenza verso le banche che non concedono ulteriori prestiti (pare per colpa di Basilea) e la necessità di un'interrogazione parlamentare (al momento in fieri) che risolva una volta per tutte i problemi finanziari della gente.
Lo stupore dei tre (io, Duca e Riccio) rimasti a chiacchierare è massimo quando poi Sergio parla di un software che permette l'ascolto di una voce sintetica che legge testi digitali, software sfruttato dal gigante buono per leggere/ascoltare i libri mentre pulisce casa...a buon intenditor poche parole.

Epilogo della serata, l'incidente con la macchina distributrice di latte fresco a Brenno che mi avverte di aver esaurito le scorte solo dopo che ho inserito 1 euro...qualcuno il giorno dopo avrà brindato in mio onore!

6 commenti:

Il Duca ha detto...

Un post di rara bellezza :)

Marcello ha detto...

il ritorno di mau!!!!


ci vediamo giovedi!

Riccio ha detto...

Devo ricordarmi di chiedere a Sergio se è colpa di Basilea anche il fatto che mi si è rotta la Punto :D

Marcello ha detto...

no in realtà è colpa del fatto che, visto che la tua punto è passata su un sasso che ha circa l'età del giurassico, allora significa che la tua unto è del giurassico e di conseguenza, inizia a daere segni di cedimento....

Riccio ha detto...

Ma non potrebbe essere che il sasso, essendo passato sotto la mia punto, sia diventato un sasso FIAT?

Marcello ha detto...

eh no... perchè questo ( evoluzione del sasso) sarebbe associabile ad una teoria evoluzionistica e dato che darwin era un incompetente allora non è possibile