venerdì, dicembre 07, 2007

Un giovedi di bassa marea

Era un giovedi normale... O almeno cosi sembrava.
Al Tavolo dei Campioni, arrivati alla spicciolata, sedeva il Meglio di quello che la Briscola dei Campioni può offrire (eccezion fatta per Maurizio): Stefano alle prese con Vista e i suoi grandi segreti, il Duca diventato tutto d'un colpo sommelier di cioccolate, Nicola con la sua nuova attività di produttore di "amari", Hyda che in un giorno di ferie riesce a rientrare alla stessa ora di quando lavora e, infine, il Riccio ancora scottato dai problemi di settaggio alla sua monoposto di giovedi scorso e, un pò per scaramanzia e un pò perchè obbligato, l'ha parcheggiata lontano dal parcheggio del locale.
Non è stato un giovedi con grosse mani da segnalare, nessuna rovesciata o colpo di tacco briscolante e, nemmeno Nicola (solitamente impeccabile) è riuscito col suo solito "penetra e scarica" ad accendere la serata.
Aleggiava qualcosa di strano al Boccale ieri sera e i Campioni ben presto si accorsero.
Alzando la testa dal tavolo si sono visti circondati da una serie di esseri strani, nominati puellae foendae, o meglio conosciute come cozze.
Questi sono esseri curiosi, si travestono da donne normali ma nascondono (e neanche troppo bene) nasi enormi, culi grassi, deformazioni varie e, nel peggiore dei casi, pure alito di fogna.
I Briscolanti, allarmati da questo strano e inquietante evento, si strinsero in cerchio per esorcizzare questo maleficio.
Tutto inutile, l'assalto continuava... lento... inesorabile... E decine e decine di cozze entrarono da quel portone e si sedettero ai tavoli.
I nostri Campioni provarono pure a invocare l'Eletto (Maurizio) ufficialmente assente per motivi diversi ma, in verità, si era recato sul Monte Anor in cerca del Grande Fallo, unico oggetto capace di sconfiggere l'invasione, grazie alla secrezione del suo fluido magico.
Questo attacco durò fin oltre la mezzanotte. Difatti, alle ore 0 del settimo giorno del dodicesimo mese arrivò Alan.
L'essere straordinario fu benedetto dagli dei con il soffio magico e, con un solo peto, spazzò via quella armata di cozze e le rispedì in fondo al mare ripristinando l'alta marea.
I nostri Campioni erano salvi.
Non vi è altro da segnalare per questo giovedi se non l'arrivo di due loschi figuri provenienti, a loro dire, da un boschetto ma questo fatto è del tutto trascurabile.
Alla prossima settimana!

5 commenti:

Il Duca ha detto...

Una serata che sicuramente non sarà ricordata per la briscola (buona qualità ma nessuna mano da raccontare) ma che resterà ai posteri per il contorno...

uno Stefano meravigliosamente polemico... un Alan davvero straordinario a darsi "arie" ma soprattutto un'incredibile concentrazione di ragazze... tutte impressionantemente brutte... ad un certo punto il Riccio chiede dove sia la telecamera certo di essere in una candid... il Duca che a furia di veder cozze si mangerebbe volentieri gli spaghetti allo scoglio...

Ma cosa sta alla base di questa invasione? che tra le ragazze non piacenti e in età da marito della valceresio si sia sparsa la voce che al giovedì c'è un manipolo di bei giovanotti al Boccale?

ilFuria.AWT ha detto...

ahahahah

NickQuick ha detto...

Sicuramente la voce sugli stalloni del giovedì è stata diffusa in valle. Ma a convincere di forzare i recinti da cui sono uscite queste splendide giumente che ivi pascolavano con letizia, è stata un'altra notizia. Quella di un boschetto da dove giungono gridolini di piacere e dove personaggi ignoti si lasciano andare in accoppiamenti laocontici. Solo così si spiegherebbe l'indifferenza per la sublime arte della briscola. Beati loro.

P.S.: Sarebbe interessante sapere in che modo il Riccio abbia constatato l'alito da fogna delle giumente. Che in un impeto di passione abbia cercato di baciarne una per poi essere spazzato via dall'apertura della latrina?

Maurizio ha detto...

Che mi son perso...spero in un'inversione di tendenza al mio ritorno al boccale.

Riccio ha detto...

No caro nick me lo hanno confessato gli omini del bosco!!! :)