venerdì, giugno 13, 2008

Miracolo tra le carte

Giovedì estremamente sottotono in quel del boccale. Date le molte defezioni e i molti impegni i nostri Campioni non sono mai al completo e devono fare affidamento su Sergio per poter praticare la disciplina a loro tanto cara.
La cronaca inizia però con scacchi e una partita spettacolo a Saltinmente. L'arrivo di Nicola, reduce da una partita di pallavolo contro i discendenti di Golia (non parlatene a Sergio) segna una svolta nel gioco. Duca Marcello e Furia giocano per lo spettacolo ma Nicola gioca troppo seriamente. Al termine della seconda lista Nicola sbotta come un Cassano contro la bandierina, dà del cornuto all'arbitro e punta a cambiare gioco.
Ormai tutto è pronto e si può briscolare. Serata senza infamia e senza lode quando il Furia chiama un fante, generosamente lasciato dagli avversari. E qui avviene l'impossibile: chiamata con KQ2 che trova fuori Sergio con J e 5 (il socio non s'è rivelato fino all'ultimo). Ma i miracoli succedono anche sul tavolo da gioco ed un Sergio con un mezzo Campione vanno a sconfiggere tre Campioni (tra i quali 2 dei supertop) senza asso e tre. Punteggio finale: 64-56 per la coppia chiamante.
Il vero miracolo è l'impeccabilità delle giocate di Sergio, assolutamente lucido per tutta la sera.
Da segnalare una mano di famigghia vinta da nicola che, col suo re di briscola in prima mano, propizia lo scarto dell'asso da parte del povero Duca (che possedeva anche il 3). Chiamante in possesso di molte briscole e altra mano vinta.
Inoltre si segnala il ritorno della manzissima limonatrice selvaggia.

1 commento:

Marcello ha detto...

Grande dani...


Si segnala a Nik che il nome O ( nome femminile) vale sempre 10 punti a salt'in mente ...



"Una donna mo0n potrà mai mingere il suo nome nella neve, a meno che non si chiami O."