sabato, settembre 22, 2007

Presentazioni

Ecco la scheda tecnica dei giocatori della Briscola dei Campioni

I Campioni:

il Duca - La "punta di diamante" della formazione dei Campioni. Ottimo giocatore sotto ogni aspetto, ha imparato a superare i suoi (pochi) limiti, diventando un Campione a tutto tondo. Rende il suo meglio nei tentativi di cappotto, sia difensivamente sia offensivamente.

ilFuria - La variabile impazzita del gioco. Sempre alla ricerca di giocate imprevedibili che portano spesso a vittorie o sconfitte inaspettate. Il carico in prima mano è la sua specialità, il non mandare mai a monte la sua sfortuna principale.

Marcello - Forse il Campione meno dotato, comunque si distingue per la sua aggressività nella chiamata e per cercare di accaparrarsi tutti i punti finali con abili colpi di mano. Ottimo socio.

Maurizio - Vero briscolaro, si nota subito che ha appreso dai migliori. Anni di frequentazioni di anziani della briscola lo hanno portato ad uno stile preciso, pulito nel gioco della carta. Nella chiamata è un vero maestro per audacia e calcolo. Non poteva mancare tra i Campioni.

Nicola - L'asso dei Campioni. Giocatore scientifico, calcolatore fino all'inverosimile, è il socio ideale per tutti. Giocate raffinate e coerenti, rischi ben valutati, sia in fase di chiamata sia in fase di gioco, caratterizzano quest'altro Campione a 360°.

Riccio - Il "demente". Svezzato dai Campioni -ai quali si era presentato senza sapere le regole del gioco-, grazie ad un notevole impegno e a tonnellate di insulti, ha raggiunto un ragguardevole livello di gioco, che lo fa entrare di diritto nei Campioni. Ogni tanto il parlare un po' troppo e la vaccata dietro l'angolo rivelano le sue origini "umili" e il suo tardo apprendimento del gioco...

A presto coi panchinari e saltuari della briscola dei Campioni

5 commenti:

Zeriel ha detto...

Woow...un blpg sulla briscola chiavat...chiamata!, o almeno così mi è parso di capire...complimenti al piccolo campione emergente dal gioco pulito che ha imparato dai maestri, l'ho visto all'opera ed è un vero campione...attenti a non trovarvi in mano un set di 2 di picche!!!! Argggg!!!!

Maurizio ha detto...

Come potete vedere io porto anche i "fan" a commentare le discussioni della Briscola dei Campioni.
Essendo questo un post di presentazione colgo l'occasione per ringraziare coloro che mi hanno permesso di raggiungere l'attuale livello di gioco:

- Il terzo turno di campeggio della parrocchia di Vanzago che nell'anno dell'eclissi totale mi insegnò questo strano gioco, che loro chiamavano "il 2". Partite interminabili con punteggi stratosferici (dai -17 ai +23), che determinavano le future fortune amorose (più vinci meno "quagli" era il motto).
- Don Guglielmo, parroco di Cadrezzate. Negli ultimi anni di Liceo Scientifico la sua ora di religione veniva modificata in ora da Ostaria: in cinque attorno alla cattedra, lui compreso, a giocare a chiamata. Storica la frase: "No! No! A quel punto la donna è come l'asso!".
- I colleghi di università, che mi hanno accompagnato nei momenti liberi, e non solo quelli liberi, nella scoperta semi-completa del mondo delle carte. Ricordo con particolare affetto in relazione alla BC: lo Spappero, il Zancarlo e il Maestro, che scriveva sul tavolo cosa era stato chiamato e disegnava una freccia indicante il chiamante!

L'arte della BC ha raggiunto poi il quasi professionismo (modestamente parlando), una volta che ho conosciuto il Boccale.

Il Duca ha detto...

@ Zeriel. noi teniamo molto in considerazione le abilità del grande giocatore Chegliese... è giocatore molto ammirato anche se non sempre spettacolarissimo :)

Per quanto riguarda il 2 di picche ci siamo tutti abbonati ahinoi..

@ Mau. non è che il parroco della parrocchia di Vanzago si chiamava Don Giuseppe?

Maurizio ha detto...

Ma come non sono spettacolarissimo?? Io che vi ho introdotti alla chiamata senza Asso e 3 (la mia chiamata preferita, con Re, Donna e Fante)...pensavo di essere molto spettacolare!
Evidentemente negli ultimi tempi la stanchezza ha avuto un peso determinante sulle mie prestazioni... ^_^

@ Duca: in realtà non era presente il parroco di Vanzago durante quel campeggio, ma quello di Taino, ex di Vanzago - almeno non nei giorni nei quali ero presente io. Comunque mi informerò sui nomi di preti e coadiutori.

Il Duca ha detto...

Sei partito come giocatore molto spettacolare ma ultimamente sei molto più calcolatore... la tua chiamata senza asso e tre ormai è storia... :)

il prete che c'è adesso a Brenno era a Vanzago o Vanzaghello (non so se ci sia differenza) per questo te l'ho chiesto... anche se mi pare facesse proprio il coadiutore