domenica, agosto 10, 2008

I campioni in trasferta


Terza tappa ieri del tour "4 passi in Valceresio" per alcuni nostri Campioni della briscola.
La prima uscita è stata una interessante camminata sui monti Orsa e Pravello lungo la Linea Cadorna.
La seconda uscita è stata più avventurosa e siam arrivati fino ai 555 metri del crocione passando per la bellissima Madonna d'Useria.
Ieri invece i Campioni han voluto esagerare... l'intera traversata della Valceresio da Porto Ceresio a Induno Olona.
Dopo un tratto in auto siam quindi partiti dall'Alpe Tedesco. Prima vetta il Poncione di Ganna... prime difficoltà a causa di indicazioni poco precise o addirittura in qualche caso sbagliate nei cartelli della Comunità Montana... ma per fortuna la cartina di Nicola non mente... pendenze a tratti impegnative ma percorso relativamente breve (45 minuti) e arrivo in cima senza grossi problemi... ma qui c'è la sopresa più bella della giornata... la vista è qualcosa di meraviglioso, di straordinario... 360 gradi di paesaggio stupendo... si vedono perfino gli appennini... non ci sono parole per descrivere la meraviglia di quel che abbiamo visto, aiutati anche dalla giornata limpida ma ventosa... da amante della montagna e da "scalatore" anche di parecchie cime delle alpi e delle dolomiti non ricordo una vista simile come vastità e completezza...
Foto e filmatino di rito, firmetta e il Duca si mangia il primo panino della giornata :)
Si riparte, meta il Minisfreddo che appare a occhio abbastanza vicino... in mezzoretta si raggiunge la cima superando anche un piccolo tratto di ferrata senza troppe difficoltà... il Duca mangia il secondo panino ma il gruppo è ancora troppo incantato da quanto visto dal Poncione per poter apprezzare quel poco di visuale che si ha dal Minisfreddo...
Prossimo passo il San Bernardo (che non c'entra con il cane :)) che in realtà altro non è che un anticima del Minisfreddo... Il gruppo già in leggera difficoltà si ferma a banchettare (il Duca mangia il suo terzo panino) in un posto un pò bruttino e sfigato... scoprendo solo dopo la ripartenza che la cima era qualche metro più in là... con una bellissima piazzola, la statua del santo e una comodissima panchina... straordinaria qui l'impresa di riuscire a fare una foto con l'autoscatto in condizioni quantomeno difficili... e ad onor del vero decisamente esilaranti... (in realtà il Duca comunica al gruppo che il luogo della sosta non è la cima ma Nick (forse ancora provato dalla grandissima cavalcata di giovedì notte) non prende nemmeno in considerazione le parole dell'amico e comincia a mangiare pesche e banane (split)).
Si parte di nuovo verso il monte Rho (il monte rho era opzionale nella lunga traversata compiuta dai nostri eroi) e qui anche la cartina tradisce un pò... ci troviamo ad un bivio... da una parte si va verso il passo del vescovo, dall'altra si va verso il rho... la cartina segna un bel pezzo per arrivare sulla cima... in realtà in nemmeno 5 minuti si arriva alla vetta... (il duca mangia il quarto panino). La cartina indica un breve tratto in discesa per ricongiungersi al sentiero principale in direzione Passo del Vescovo... e qui magicamente la discesa si fa lunghissima e decisamente impegnativa... prima in un canalone e poi in un sentiero più adatto alle capre che alle persone... si giunge quindi al passo del Vescovo e si scopre che è quella che a Brenno abbiam sempre chiamato seconda cappella... quindi probabilmente dal Rho si poteva scendere in maniera più agevole seguendo le indicazioni appunto per la seconda cappella... Il Passo del Vescovo è un crocevia di parecchi sentieri e per noi il punto di partenza per l'ultimo monte della nostra splendida passeggiata... il Monarco... ci son 2 sentieri che conducono alla cima... uno che sale dolcemente, l'altro che sale in maniera decisa... ovviamente noi già stanchini ma comunque in perfetta efficenza fisica prendiamo quello impegnativo... ebbene dopo pochi metri di salita si cominciano a creare dei distacchi importanti... Mau e Alan volano letteralmente... Francy sembra poter reggere il ritmo... mentre gli uomini di sostanza del gruppo Nick, Duca e Melo fan gruppetto nelle retrovie... Le pendenze sono importanti e il sentiero (non sempre segnalato benissimo) si inerpica senza dare un minimo di respiro... a turno assistiamo a delle crisi vere e proprio di Nick, del Duca e di Francy... con Melo in perenne crisi... in 4 ci si fa forza e nel tratto finale, sempre con pendenze importanti, si torna in piena efficenza... in cima ci accolgono le capre e finalmente ci si può "svaccare" un pò al sole e approfittare della fine della salita per rifocillarsi e ristorarsi come si deve... quinta cima e quinto panino per il Duca? no perchè da goloso quale è baratta il suo panino con numero 7 crumiri portati da Nick...
E qui comincia la Briscola... qualche divertente mano con il giovane Francy che ha l'onore di giocare con 4 Campioni... un cappotto praticamente sicuro di Mau e Nick sventato dagli altri 3 per culo nella mano iniziale qualche bella mano tirata fan trascorrere al gruppo quasi un paio d'orette... con Melo a far la salamandra al sole...
La discesa di una mezzoretta ci porta al montallegro dove la nostra gita finisce e dove possiamo notare ancora una volta come le indicazioni della comunità montana non siano per niente precise... (Monarco ore 0,40 oppure sentiero tracciato in giallo su sfondo giallino)

Pro

- la vista dal Poncione è indescrivibile
- il bel clima creato tra i 6 "avventurieri"
- il percorso assolutamente fattibile e non troppo impegnativo
- Il Duca che sceglie l'itinerario e Nick che recupera la cartina giusta
- Melo che si porta un salame piccante intero come pranzo al sacco
- il ritorno dei camosci obesi
- Mau grande camminatore
- Alan che con l'auto che puzza in maniera pazzesca di bruciato guida come fosse Schumacher "Così arrivo prima a casa" :)

Contro

- ogni tanto bisognerebbe capire che la gita non è una gara quindi non sempre bisogna camminare come dei pazzi (soprattutto in discesa)
- il vento che nel primo tratto all'ombra che con la maglietta intrisa di sudore non era proprio piacevole
- le indicazioni della CM
- la guida "spericolata" di Melo

Probabile prossimo itinerario (made in Nick)
La traversata Monte Tamaro - Monte Lema

Nessun commento: